USA: la strage di Orlando

logo

50 persone, ragazzi e ragazze omosessuali, sono state uccise in un pub gay di Orlando per mano di un giovane statunitense di origine afgana e di fede musulmana che, prima della strage, ha affermato di farlo in nome dell'ISIS.
La chiesa metodista di Parma e Mezzani condanna questo ennesimo eccidio che questa volta si è appuntato contro la comunità LGBTI.
Ancora non sono del tutto chiare le motivazioni che hanno spinto l’assalitore a scaricare il suo odio contro queste persone riunite a festeggiare il Gay Pride. Forse odio di genere e forse convinzioni religiose, falsate e radicalizzate, hanno armato la mano di Omar Mateen.
Ci auguriamo che questa strage non finisca con l’acutizzare discriminazioni e reazioni contro le comunità islamiche negli Stati Uniti e in altre parti del mondo occidentale perché questo non farebbe che accrescere odio e violenza.
Noi, come credenti cristiani e cittadini, condanniamo questo atto violento e desideriamo dare la nostra solidarietà alle famiglie delle vittime e dei feriti e alla comunità LGBTI così duramente colpita unendoci nella preghiera e dando la nostra adesione alla fiaccolata che si è tenuta in piazza Garibaldi, organizzata da Arcigay e da Agedo di Parma.
Che il Signore accompagni i passi di coloro che cercano ed operano per la pace!

Past. Mirella Manocchio
Per la Chiesa Evangelica Metodista di Parma e Mezzani

Servizi Sostegno

Servizi Link

Servizi Rubriche

Servizi Help

Joomla Templates by Joomla51.com